Un asino per Amico: come conquistare la sua fiducia

L’asino è sempre stato considerato un animale testardo, spesso addirittura “cattivo”, imprevedibile, sempre pronto a mordere o scalciare. Nulla di più falso…

Certo, tutto dipende da come viene trattato: molto spesso vediamo asini in mezzo a un gregge di pecore o capre al pascolo, oppure solo in un prato. Il proprietario va a riempirgli il secchio dell’acqua una o due volte a settimana, senza fermarsi a fargli coccole e carezze.

Con queste premesse, come è possibile che l’asino, nel momento in cui si avvicina all’improvviso una persona, non la percepisca come un pericolo? Certo, non si può prendere questo asino, mettergli un cane che gli corre intorno abbaiando e un paio di bambini urlanti che cercano di saltargli sulla schiena, e pensare che si lasci fare tutto senza battere ciglio. Ricordiamoci che l’equino è una preda, e che quindi, etologicamente parlando, è portato a essere diffidente verso le situazioni che non conosce!

ASI

E’ necessario che si abitui alle persone, che capisca che non c’è nulla da temere, che è al sicuro.

Una delle cose che più stupisce chi viene a trovarci in fattoria è il buon carattere dei nostri asini. Le frasi che sento ripetere più spesso sono:

“Ma questi sono buoni, non sono come quello dello zio (nonno / vicino di casa / ecc.)!”

“Ma davvero non scalciano?”

“Ma davvero non mordono?”

“Ma come sono coccoloni!”

I nostri asini non sono animali diversi da tutti gli altri. Ciò che rende il loro comportamento differente da quello dell’asino lasciato solo al pascolo di cui abbiamo parlato sopra, è il fatto che noi abbiamo un rapporto quotidiano con i nostri animali, e loro sono abituati ad averci intorno, a farsi coccolare e portare in giro.

Non si spaventano se un cane impaurito si mette ad abbaiare, o se un bambino curioso corre loro incontro schiamazzando.

Ma tutto ciò non si ottiene da un giorno all’altro. E ‘ il frutto di un rapporto costruito giorno dopo giorno, che va calibrato in funzione delle caratteristiche di ogni singolo animale, un percorso che sarà più semplice se l’asino non ha un passato difficile, e più lungo e complicato se invece ci sono paure da superare.

Come fare? Fondamentalmente con molta pazienza. La stessa proverbiale pazienza dell’asino!

Dovete costruire un ottimo rapporto con il vostro amico orecchie-lunghe. Averci a che fare tutti i giorni, magari più volte al giorno. Portargli da mangiare, pulire il suo box, strigliarlo e coccolarlo. Giocare con lui e farci quattro chiacchiere.

Come quattro chiacchiere?!?! Quattro chiacchiere con un asino??? Sì certo! Quanti di noi parlano con il cane o il gatto di famiglia? Quasi tutti quelli che ne hanno uno a casa. E ci viene assolutamente normale! E allora perché non parlare anche con l’asino?

L’animale imparerà rapidamente a riconoscere la nostra voce, a percepire le inflessioni del nostro tono, a capire in un attimo se siamo felici o nervosi. Vi sentirà arrivare da lontano, e al vostro richiamo vi correrà incontro. E imparerà a distinguere il suo nome da quello degli altri animali, equini o no, che vivono con lui. (Credetemi, imparano il loro nome, proprio come i cani!)

Un asino fiducioso sarà un asino coccolone, paziente, amico. Guardate questa foto: cosa può esprimere più fiducia completa da parte di un erbivoro-preda, che lasciarsi prendere la testa e farsi coccolare mentre sta sdraiato rilassato? E guardate l’espressione da “brodo di giuggiole da coccole”!!!

E voi, che esperienze avete avuto con gli asini?

Alla prossima!

 

http://asinodellago.blogspot.it/2015/02/un-asino-per-amico-come-conquistare-la.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...